Bonus Stradivari strumenti musicali

Bonus Stradivari

Il bonus stradivari strumenti musicali 2018 è un’agevolazione riconfermata dal con la nuova Legge di Stabilità. E’ una misura atta ad incentivare le attività culturali nel nostro Paese. Vediamo quindi cos’è e come funziona il bonus strumenti musicali. A chi spetta e quando. E come fruire dello sconto del 65% sul prezzo di vendita, spesa massima consentita 2500 euro, per l’acquisto di un nuovo strumento musicale.

Attendiamo tutte le direttive (previste entro il 31 gennaio) dell’agenzia delle entrate su come procedere.

COMPILA IL FORM PER RICHIEDERE IL CONTRIBUTO

 

Quando sarà pubblicato il decreto dovrai inviarci questi documenti * :

  • Certificato di frequenza all’istituto. Va richiesto all’istituto specificando che si tratta del certificato per il bonus stradivari. Questo certificato dovrà pervenirci in originale. Se fate l’acquisto online o per corrispondenza dovrai spedircelo con raccomandata.
  • Tessera sanitaria (scansione Via Mail)

Le richieste di bonus verranno inserite in ordine cronologico rispetto alla richiesta.

* SOLO CON QUESTI DOCUMENTI POTREMO RICHIEDERE IL BONUS STRADIVARI


Bonus stradivari 2018 a chi spetta?

In base alle novità introdotte dalla nuova Legge di Bilancio 2018: il bonus strumenti musicali è stato esteso.

Per cui nel 2018 possono fruire del bonus gli studenti iscritti a:

  • Licei musicali;
  • Alunni dei Corsi preaccademici;
  • Vecchio Ordinamento
  • Corsi di diploma di I° e II° livello dei conservatori di musica;
  • Istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione musicale e coreutica.

Sono esclusi dall’agevolazione gli studenti di canto, composizione o di direzione, come non sono agevolabili gli impianti di amplificazione e i software di musica elettronica.


Bonus stradivari strumenti musicali 2018 cos’è e come funziona?

Il bonus stradivari è un contributo pari al 65% del prezzo finale per l’acquisto di uno strumento musicale nuovoo. L’importo finanziato corrisponde a un massimo di 2.500 euro. Lo strumento musicale deve essere coerente al proprio corso di studi. Il bonus di 2.500 euro sull’ acquisto di un nuovo strumento musicale spetta una tantum.

Come funziona il bonus strumenti?

Gli studenti interessati al bonus dovranno rivolgersi al rivenditore di strumenti musicali. Scegliere uno strumento coerente con il percorso di studio. Inoltre dovranno consegnare al rivenditore un certificato che attesti l’iscrizione a uno degli istituti riconosciuti.

Su tale certificato, rilasciato direttamente dall’istituto o dal conservatorio, devono essere indicati:

  • Nome e cognome dello studente beneficiario
  • Codice fiscale;
  • Corso di strumento frequentato;
  • Anno di frequenza;
  • Tipo di strumento da acquistare.

Da quando è possibile fruire del bonus stradivari?

L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento del 14.03.2017, ha definito le modalità attuative del contributo. Con la Circolare 6/E del 31.03.2017 ha fornito alcune importanti precisazioni in merito al bonus stadivari. Ricordiamo che è stato introdotto con la Finanziaria 2016 e riproposto per i due anni successivi.

Sono esclusi dall’agevolazione gli studenti di canto, composizione o di direzione, come non sono agevolabili gli impianti di amplificazione e i software di musica elettronica.

E’ ammesso l’acquisto online dello strumento musicale.

Certificazione, bollo e domanda bonus strumenti musicali 2018:

Secondo gli ultimi chiarimenti pubblicati dall’ Agenzia delle Entrate il bollo e la domanda, i certificati di frequenza agli istituti musicali sono esenti dall’ imposta di bollo. Esente dal bollo, anche la domanda bonus stradivari per ottenere il certificato. Su tale documento, dovrà essere indicato l’uso per il quale viene rilasciato.